fbpx

Ci alleniamo sulla SABBIA?

Allenarsi sulla sabbia può fornire benefici che possono migliorare sia la nostra condizione fisica che la nostra performance sportiva.

Il primo beneficio che riceviamo da questo tipo di allenamento, è lo stimolo della propriocezione; “muoversi” continuamente su di una superficie instabile, ci permetterà di stimolare il nostro sistema tonico-posturale e questo porterà ad un miglioramento del controllo del proprio corpo, un miglioramento delle capacità coordinative come l’equilibrio, l’orientamento, la reazione etc.

La sabbia, per via della sua caratteristica “dispersiva”, rientra di diritto tra le superfici e gli strumenti resistivi per lo sviluppo della forza senza l’ausilio di un sovraccarico.

 

Compiere uno spostamento su di una superficie dispersiva richiede un impegno muscolare molto elevato, la nostra muscolatura non riuscirà a sfruttare il fenomeno elastico, per cui ci sarà un dispendio energetico maggiore -“a parità di forza di spinta, sulla sabbia, si salta il 36% in meno rispetto ad una superficie dura con un dispendio energetico del 20% superiore.”- (G.N. Bisciotti 2006).

Altro aspetto assolutamente non trascurabile: la sabbia, con la sua “morbidezza”, abbassa notevolmente lo stress a livello muscolo-tendineo, ed anche i traumi a carico dei vari tessuti e strutture saranno ridotti.

Proprio per queste sue caratteristiche, la sabbia è la superficie ideale, sia per la prevenzione sugli infortuni, sia per riabilitare chi ha subito traumi a livello articolare.

 

… e ora, chiuderei con un bel “SABBIA PER TUTTI!!”.

 

Accorgimenti: per affrontare un workout impegnativo, si consiglia di utilizzare la calzature classiche da palestra! Con le scarpe si è più stabili e per chi non è abituato è più sicuro, diversamente, per chi ha esperienza di allenamento è meglio allenarsi scalzi, ottimizza i risultati dell’attività.

 

Sergio – Trainer Vital